THE JUAN MACLEAN!
20.10.09

juan-maclean-sito

Martedì 20 Ottobre L-Ektrica special guest dalla DFA di New York

…per la prima volta a Roma!

THE JUAN MACLEAN dj set

Sheffield, 1981. Un tizio dai tratti effeminati, con l’appariscente ciuffone bruno e due fanciulle minorenni al seguito, si presenta al pubblico con un disco dal titolo “Dare!”. Tradotto, osa.Il summenzionato ciuffone è stato da poco mollato dagli artefici della sua risicata popolarità, ma che la Virgin ha egualmente deciso di scommettere un ultimo penny sul suo cavallo. Il suo osare, dunque, è per lo più dettato dal rischio ultima spiaggia: fallendo, non resterà che prendere ombrellone e secchiello e consegnarsi all’oblio. Il ciuffo è quello di Phil Oakey, e “Dare!” sbancherà le classifiche del pianeta. Altri tempi. Tempi in cui fare tombola voleva dire assicurarsi vendite millionarie, appunto, mentre fallire significava non ottenere più credito neppure dalla più scalcinata delle label. Oggi è tutto diverso: se è vero che le stelle non sono più così luccianti, è altrettanto pacifico che le stalle non emanano più un olezzo tanto forte. Accade allora che John MacLean, produttore e musicista newyorkese con un passato da chitarrista nei Six Finger Satellite, abbia tutta la tranqullità necessaria per dedicarsi alla professione di confezionatore di potenziali hit, e di sfornarne di quando in quando una raccolta senza accampare l’illusione di mettere il mondo ai suoi piedi, né però col rischio di bere dall’amaro calice della sconfitta. Questo perché John, in arte The Juan MacLean, il suo lavoro lo sa fa fare più che bene. E per capirlo basta scorrerne le produzioni da piccolo culto della techno-house: un palmares ornato da un pugno di brani vincenti e corredato da un album, “Less Than Human” (Dfa, 2005), magari troppo ossequioso verso il mondo dei club ma non per questo privo di buone intuizioni. Meno che umano, forse perché nell’immaginario artistico di John non c’erano altro che figure indistinte da far muovere meccanicamente al ritmo di una drum machine. Ma adesso qualcosa è cambiato, come quando alzi lo sguardo dall’ego e cominci a scrutare i lineamenti di chi ti circonda, cercando di indovinarne le storie. La nuova prospettiva da cui tutto sembra mutato.

Ecco il link dove scaricare la fanzine di L-Ektrica con l’intervista che abbiamo fatto a The Juan MacLean!

http://www.l-ektrica.com/lektrica/magazine/fanzine001.pdf

______________________________________________________________________

Si apre alle 23.30 e l’ingresso sarà gratuito entro le 00.30!!!
Dalle 00.30 ingresso 10 € inclusa una consumazione!

AKAB – Via di Mone Testaccio 69, Roma

Leave a Reply