Intervista ai THE GLIMMERS
L-Ektrica Fanzine n. 3

Senza-titolo-1

Leggetevi l’intervista ai THE GLIMMERS realizzata per la Fanzine L-Ektrica di Dicembre da Matteo Quinzi.

______________________________________________________________________________

Dateci qualche delucidazione in più sulle vostre ultime releases, “Whomp That Sucker!” e “Buffalo Jams”. Quali sono le principali differenze (sonorità presenti, produzione, approccio… ) tra i due album?
La differenza principale tra le due releases sta nel fatto che “Buffalo Jams” è un album che contiene una selezione di edits realizzate in passato, tra il 1999 e il 2002. Avevamo lanciato una label ad hoc, la Buffalo Jams per l’appunto, per licenziare buona parte di questo materiale in vinile limitato a 500 copie a uscita. Alla fine abbiamo realizzato cinque volumi. La compilation odierna, in formato cd, comprende quasi tutti gli edits, più due “cuts” inediti. “Whomp That Sucker!” invece è “semplicemente” il nostro nuovo album, composto da materiale inedito, registrato tra il 2009 e il 2010.

Questa sarà la vostra quinta apparizione sulla consolle di L-Ektrica, potete quindi essere considerati, senza indugi, della famiglia! Vi ricordate per caso quale è stato il vostro miglior set a L-Ektrica finora?
Abbiamo sempre trascorso delle splendide serate a L-Ektrica, ogni volta che abbiamo avuto la fortuna di partecipare. L’audience è così presente e attivo, pazzesco se si pensa che la serata è di martedì! “Really amazing!” Siamo stati e abbiamo suonato praticamente dappertutto e possiamo dire con cognizione di causa che L-Ektrica è una serata speciale.

Negli ultimi dieci anni la scena elettronica belga ha subito un’impennata mediatica e di visibilità su scala mondiale a dir poco esponenziale. Quali sono secondo voi le ragioni principali di questa “esplosione”? Potete consigliarci qualche nome nuovo della vostra scena locale che considerate particolarmente degno di nota?
Onestamente penso che in Belgio ci sia sempre stata un’ottima scena elettronica… Mi ricordo quando abbiamo iniziato a fare i dj, era il 1986, e c’era questa label, la R&S, che faceva cose pazzesche e licenziava musica veramente interessante. Alla fine degli anni ‘80 chiunque fosse appassionato e coinvolto nella musica elettronica ha sentito parlare della R&S. Poi abbiamo avuto altre ottime realtà come New Beat, PIAS, Electronic Body Music, Front 242, Waffles… Oggi invece possiamo andare fieri di Aeroplane, Villa, Eskimo Recordings, 2ManyDJs ed ovviamente dei Glimmers! Un po’ meno dei “government problems”…

Avete dimostrato durante i vostri set di avere una grande conoscenza musicale. Si presuppone quindi che abbiate un’altrettanto copiosa collezione di dischi. Quali sono stati i primi album che avete acquistato?

I primi album che ci ricordiamo sono “Grease”, “Off the Wall” di Michael Jackson, un album di canzoni natalizie interpretate da Elvis Presley e “Empire and Dance” dei Simple Minds.

Parlateci della Eskimo Records, la label che avete fondato nel 1999 e che nel corso degli anni ha licenziato artisti come Aeroplane e Lindstrom & Prince Thomas. Come avete iniziato? E come è  la situazione odierna?

La Eskimo partì come un “outlet” per le nostre compilation, i nostri cd mix. Avevamo pensato che avere una piattaforma “privata” e indipendente per far uscire i nostri cd mix poteva essere una buona idea, e così è stato! Alla fine ne abbiamo realizzati più di dieci. A quel punto chiedemmo a vari amici come Optimo, Headman, Ivan Smagghe di fare loro dei cd mix e poco tempo abbiamo iniziato a far uscire anche dei singoli. Da quel momento la cosa si è sviluppata in qualcosa di più organico è preciso fino a diventare una vera e propria label con un suo suono peculiare, basato sul nostro “manifesto” estetico-musicale. Oggigiorno non siamo più coinvolti nella Eskimo, una società belga controlla e gestisce il tutto, noi siamo troppo impegnati a fare i dj in giro per il mondo.

Il vostro set per L-ektrica sarà l’ultimo prima delle vacanze di Natale. Come passerete questo periodo, Capodanno in primis? E cosa sperate di trovare sotto l’albero?
Faremo un “Christmas Special” set ad L-Ektrica e porteremo senza dubbio il nostro album di Elvis Presley! “Looking forward for this!” Personalmente spero proprio di trovare sotto l’albero qualche SSL modules per il mio studio! Il capodanno lo passiamo da sempre a casa. Quindi il party dovrà essere inevitabilmente qui a Ghent, è una sorta di tradizione.

Leave a Reply